gabbiano-joomla.jpg

Organizzazione

Il Dirigente Scolastico
Spetta al D.S. la responsabilità della gestione della scuola e del perseguimento delle mete formative, affiancato in questo dagli Organi Collegiali da lui presieduti.

I collaboratori del Dirigente
Sostituiscono il Dirigente in caso di assenza e/o impedimento. Collaborano con il Capo d’Istituto per affrontare problemi emergenti dei singoli ordini scolastici, per organizzare gli orari, preparare le riunioni collegiali e curare l’organizzazione delle iniziative.

Operano su delega del Dirigente Scolastico.

Le Funzioni strumentali
Le Funzioni Strumentali al Piano dell'Offerta Formativa (F.S.) sono insegnanti che si occupano, in orario aggiuntivo, di particolari aree organizzative e/o didattiche che il Collegio dei Docenti ha definito prioritarie all’interno della realtà scolastica.
Nel nostro Istituto sono attive cinque Aree: sostegno alunni, sostegno docenti, continuità, valutazione, promozione dell’Istituto.

Organi Collegiali:

1.      Consiglio di Istituto

E' il massimo organo collegiale dell'Istituto, riunisce i rappresentanti dei docenti, non docenti e dei genitori. È presieduto da un rappresentante dei genitori; dura in carica tre anni.

Delibera il bilancio preventivo e il conto consuntivo;
approva il Piano dell'Offerta Formativa; adotta i Regolamenti interni;
dispone l'acquisto delle attrezzature tecnico-scientifiche e del materiale didattico occorrente;
indica i criteri generali per la programmazione educativa e per gli interventi di recupero;
esamina le proposte di viaggi d'istruzione e le attività parascolastiche ed extra-scolastiche, delibera in merito;
esprime parere circa l'andamento didattico e amministrativo, le sperimentazioni, ecc.

2.      Collegio dei Docenti

            E' composto da tutti i docenti dell'Istituto, diretto dal  Dirigente Scolastico.

            delibera le linee generali dell'intervento didattico-educativo attraverso il P.O.F.
             promuove iniziative di sperimentazione;
             stabilisce criteri di valutazione omogenei;
             definisce il Piano annuale delle attività;
             valuta periodicamente l'andamento dell'azione didattica;
             esprime parere circa l'educazione alla salute;
             formula proposte, esprime criteri (formazione classi, orario, ecc.)

3.      I consigli di sezione, di interclasse e di classe

            I consigli di sezione (scuola dell’infanzia), interclasse (scuola primaria) e classe

           (scuola secondaria di 1°) sono organi collegiali, con competenze specifiche in campo   didattico-pedagogico, dei quali fanno parte anche i genitori rappresentanti di classe.
           Sono eletti un genitore rappresentante per ciascuna classe/sezione di scuola primaria/infanzia 
e fino a un massimo di quattro genitori per ogni classe di scuola secondaria I grado

            I Consigli sono presieduti dal Dirigente Scolastico o da un docente suo delegato.

Si riuniscono in ore non coincidenti con l’orario delle lezioni con il compito di:

  • formulare al Collegio docenti proposte in ordine all’azione educativa e didattica
  • agevolare ed estendere i rapporti reciproci fra docenti, genitori, alunni.

CIAOOO